Bozza di Accordo per la ridefinizione implementazione e approfondimento delle competenze e delle responsabilità  professionali dell'infermiere e dell'infermiere pediatrico.

Visto il protrarsi della situazione di stallo le Segreterie Nazionali della FP CGIL, CISL FP e UIL FPL hanno scritto unitariamente al Sottosegretario di Stato con delega alla Salute, On. Paolo Fadda, che se nel corso dell’incontro che si terrà il giorno 16 c.m. presso il Ministero della Salute alla sua presenza non verrà comunicata la decisione del Ministro di sottoscrivere la bozza di Accordo per il successivo inoltro alla Conferenza delle Regioni e Province Autonome, riterranno concluso il tempo del confronto.


Insieme agli oltre 400.000 professionisti sanitari che attendono da tempo la conclusione dell’iter, saranno intraprese tutte le possibili forme di protesta per sensibilizzare le Istituzioni centrali e le Amministrazioni Locali, le rappresentanze politiche ed i cittadini, sulla necessità di procedere ad un cambiamento radicale dell’offerta assistenziale (spostamento dell’assistenza attraverso una continuità assistenziale fra ospedale e territorio, adozione di nuovi modelli organizzativi - presidi ospedalieri progettati per intensità di cure) che passa necessariamente per la revisione delle competenze e delle responsabilità dei professionisti della salute nell’ambito, tra l’altro, di quanto già previsto dalle norme deontologiche, dalle disposizioni normative ed amministrative relative ai contenuti dei profili professionali e degli ordinamenti formativi universitari e nel rispetto delle scelte di programmazione nazionale e regionale.




Condividi