Esito Incontro con il Ministro degli Affari Esteri

Si è svolto il giorno 3 aprile 2014 il primo incontro tra il sindacato e il Ministro degli Affari Esteri Federica Mogherini.

In apertura di riunione, il Ministro si è dichiarato disponibile ad avviare un confronto sulla riorganizzazione del Ministero ed a rendere partecipi le parti sociali nella discussione da sostenere in merito alla razionalizzazione della spesa, che occorrerà effettuare in tutti i ministeri.

Richiamando l’audizione svolta nella stessa mattinata del 3 aprile in Senato nelle commissioni congiunte esteri, il Ministro Mogherini ha annunciato un risparmio per il triennio pari a 108 milioni di euro, di cui 16 da operare già nel corso del 2014.

La CISL ha ribadito il suo dissenso sulla politica dei tagli lineari, al contrario è indispensabile valorizzare la funzione del Ministero e dei servizi erogati ai cittadini.

Durante il colloquio abbiamo poi fatto presente che riteniamo non solo poco strategico, ma dannoso un potenziale arretramento dello Stato nel mondo. Abbiamo ribadito la nostra disponibilità a confrontarci sulla rimodulazione dell’Indennità di Servizio all’Estero, senza che però questa si traduca in un taglio delle indennità, così come abbiamo indicato il problema della scarsità delle risorse umane. Nei prossimi tre anni, difatti, il personale del Ministero subirà una fortissima riduzione rispetto alla quale abbiamo chiesto che vi siano degli interventi urgenti attraverso politiche di reclutamento, anche attraverso la mobilità.

Abbiamo dato la nostra disponibilità ad aprire un tavolo sulla riorganizzazione e ristrutturazione degli uffici a Roma e all’estero, da cui potrebbero essere ricavati risparmi da reinvestire, oltre che nel budget della Farnesina, anche nel salario accessorio a beneficio, soprattutto, del personale in servizio a Roma.

A tal proposito, la CISL ha chiesto al Ministro di presentare un “piano industriale” per l’amministrazione degli Esteri.

Nella circostanza, abbiamo chiesto di fissare da subito un calendario di incontri per dare seguito ai buoni propositi annunciati. Il Ministro ha accolto, in sede di replica, la richiesta della Cisl Fp, fissando con cadenze mensili gli incontri alla sua presenza, dando mandato al Direttore Generale di consegnare immediatamente le bozze dei documenti relativi alla riorganizzazione del Ministero della rete estera nonché sulla revisione dell’ISE, che saranno oggetto di un prossimo primo confronto in sede tecnica.






Possiamo dare un giudizio positivo dell’incontro, in quanto ha consentito di avviare una discussione sulle principali tematiche del Ministero ma soprattutto condividere il metodo di lavoro.




Condividi