Lavoro straordinario in occasione delle consultazioni amministrative.

Abbiamo rappresentato all’ARAN, più volte, di non emettere singoli pareri sugli istituti contrattuali poiché possono dar luogo a errate interpretazioni dei contratti nelle amministrazioni, purtroppo l’agenzia pesiste in codesto comportamento ed ha emesso un parere sulla remunerazione delle prestazioni di lavoro straordinario in occasione delle prossime consultazioni elettorali che rischia di comprometterne il regolare svolgimento nei singoli comuni.

Infatti, nel parere emesso, l’ARAN sostiene che la spesa per fronteggiare eventuali prestazioni di lavoro straordinario in occasione delle elezioni amministrative locali, debba trovare esclusivo finanziamento nelle risorse definitive dall’art. 14del CCNL del 1 aprile 1999.

L’interpretazione dell’agenzia non considera quanto disposto dall’art. 39 del CCNL del 14 settembre 2000 che non identifica ne esclude alcune tipologie di consultazioni elettorali, che di conseguenza - di fatto - possono essere ricomprese.

Nel merito, unitariamente, abbiamo immediatamente preso posizione e scritto al Capo Dipartimento “Affari Interni e Territoriali” del Ministero degli Interni, al Segretario Generale dell’ANCI e per conoscenza al Presidente dell’ARAN, evidenziando la difformità del parere dalla normativa contrattuale, ribadendo che tale unilaterale interpretazione rischia di compromettere il regolare svolgimento delle prossime elezioni amministrative e, chiedendo ai soggetti destinatari della lettera di intervenire tempestivamente.




In allegato Lettera unitaria




Condividi