Polizia locale–votazioni referendarie del 17/04/2016


Il ministero dell’interno– Dipartimento della Pubblica Sicurezza –, con nota n. 555/0001040/2016 datata 5 aprile u.s. che si allega, ha stabilito l’impiego al servizio di vigilanza ai seggi del solo personale delle forze di polizia di cui all’art. 16 L. 121/81, quindi con esclusione del comparto Polizia Locale.
Questa decisione, in un contesto già caratterizzato da palesi discriminazioni che riguardano il personale della polizia locale, appare una vera e propria provocazione che rischia di inasprire ulteriormente la vertenza in corso portata avanti dalle scriventi organizzazioni sindacali per il superamento delle disparità esistenti e che ha portato già al confronto con Conferenza delle regioni ed ANCI.
Per questo, con lettera unitaria che vi allego abbiamo scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro dell’Interno per chiedere, alla luce di quanto sopra, la revisione del disposto di cui alla circolare in modo che la Polizia Locale possa esercitare, come è accaduto finora, la funzione di vigilanza presso i seggi elettorali.
Con l’occasione abbiamo chiesto unitariamente al Governo anche un preciso impegno affinché si possa finalmente riaprire il confronto sul rinnovo contrattuale e colmare le gravi discriminazioni indicando, quale occasione utile per restituire dignità professionale ai lavoratori del comparto, un intervento sull’attuale D.D. L. Sicurezza in discussione, fermo restando la necessità di procedere alla modifica della ormai obsoleta legge 65/86.

Cordiali saluti
Il Segretario Nazionale

Allegati
Lettera unitaria
Circolare Ministero
Daniela Volpato




Condividi