Avvocatura-firma dell’ipotesi di accordo per la distribuzione delle risorse FUA 2013


Nella giornata del 17 febbraio c.a. è stata firmata l’ipotesi di accordo per la distribuzione delle risorse per il FUA 2013 al personale dell’Avvocatura.

Nel dettaglio l’ipotesi prevede di destinare ca 60,7 mila euro per le 33 posizioni organizzative previste, 16,2 mila per l’indennità di mansione ai centralinisti non vedenti, 17 mila per i compensi per turni, 5 mila per le quote FUA spettanti al personale in esonero di servizio, 362,8 mila per i Fondi di sede (di cui il 30% per finanziare turni e indennità e il 70% per la produttività).

Rispetto alla proposta inizialmente presentata dall’Amministrazione, l’ipotesi firmata presenta alcune importanti modifiche apportate su richiesta della CISL FP, unitamente ad altre sigle:

• è stato levato ogni riferimento al sistema di valutazione approvato con decreto dell’Avvocato Generale. Per un principio di irretroattività dei sistemi di valutazione, di trasparenza e di tutela del personale, tale decreto, essendo stato emanato solo nel mese di luglio 2013, non poteva costituire il riferimento per valutare l’attività del personale svolta nel corso di tutto l’anno;

• relativamente al raggiungimento degli obiettivi, è stata prevista la necessità di tener conto di specifiche e particolari difficoltà organizzative dei singoli uffici, al fine di evitare che eventuali inadeguatezze organizzative ricadano negativamente sull’impegno dei singoli lavoratori;

• sono stati eliminati, con riferimento alla remunerazione della produttività, i coefficienti di professionalità per le fasce economiche e quelli tra le aree sono stati ridotti ai seguenti valori: 1,50 per la prima area, 1,65 per la seconda, 1,80 per la terza.



La CISL FP, unitamente alle altre sigle, ha inoltre chiesto è ottenuto di avviare al più presto un tavolo di confronto per disciplinare quanto prima gli istituti contrattuali per il 2014, impegnandosi a presentare, nel merito, una proposta unitaria nel più breve tempo possibile e chiedendo all’Amministrazione di formulare un’ipotesi di disciplina delle posizioni organizzative.

I sindacati hanno, quindi, sottoscritto un nota a verbale nella quale chiedono, nelle more dei risultati del summenzionato tavolo, di limitare l’assegnazione dell’orario per turni ad alcune specifiche fattispecie indicate nella nota.



Infine si ribadisce la necessità di perfezionare, con un nuovo decreto dell’Avvocato generale e con il contributo propositivo dei sindacati, il sistema di valutazione delle performance, così come previsto dall’art. comma 11-quater del DL 95/2012 (Ciascuna amministrazione monitora annualmente, con il supporto dell'Organismo indipendente di valutazione, l'impatto della valutazione in termini di miglioramento della performance e sviluppo del personale, al fine di migliorare i sistemi di misurazione e valutazione in uso).

In allegato: ipotesi di accordo per la distribuzione delle risorse per il FUA 2013



Condividi