Disservizi nella gestione del cedolino unico dei lavoratori civili della Difesa

Il percorso di mobilitazione intrapreso dai lavoratori civili della Difesa in ordine ai disservizi nella gestione del cedolino unico, iniziato con la raccolta delle firme, ha dato i primi risultati.

In data odierna, infatti, nel corso della riunione con il Sottosegretario di Stato alla Difesa, dr. Gianluigi Magri, l’amministrazione ha comunicato che la maggioranza degli errori verificatisi nei mesi scorsi sono stati corretti con l’emissione del cedolino supplementare di fine marzo.

Si trasmette, in allegato, un prospetto sintetico consegnato dall’Amministrazione rispetto alle segnalazioni pervenute al numero verde, appositamente istituito presso lo Stato Maggiore della Difesa.

Comunque, al fine di evitare il ripetersi dei disagi già subiti dai lavoratori, sono stati già programmati eventuali ulteriori cedolini supplementari per le prossime mensilità di aprile e maggio.

Il Sottosegretario ha comunicato che entro la fine del corrente mese convocherà un ulteriore incontro per fornire ogni utile aggiornamento sulla problematica in esame.

Continueremo a vigilare sulla corretta corresponsione degli stipendi, in quanto a fronte di prestazioni regolarmente rese, la retribuzione dei lavoratori è un diritto imprescindibile.

In conclusione, la Cisl Fp ha chiesto di riavviare due specifici tavoli di confronto relativamente alla modifica della tabella di equiparazione tra personale militare e civile, di cui al D.M. 18.4.2002, nonché sulla definizione dei criteri relativi alle procedure di mobilità volontaria interna all’amministrazione. Il Sottosegretario ha accolto la nostra richiesta.

I Segretari Nazionali
Daniela Volpato – Paolo Bonomo




Condividi