FUA 2011- 2012 Ministero dello Sviluppo Economico.


Il giorno 23 novembre c.a. sono stati sottoscritti al Ministero dello Sviluppo Economico l’accordo definitivo sull’utilizzo del Fondo Unico d’Amministrazione 2011 e sulla ripartizione delle risorse provenienti dai progetti PON e POI per le annualità 2011 e 2012.

L’accordo relativo al FUA 2011 conferma quanto indicato nell’ipotesi di accordo con l’unica modifica, conseguente ai rilievi effettuati dalla Funzione Pubblica, relativa all’esplicitazione al riferimento al DM del 10 febbraio 2011 circa il sistema di misurazione e valutazione della performance.

Tale modifica all’accordo non comporta alcuna variazione rispetto alle schede di valutazione dei dipendenti già compilate dai dirigenti ministeriali.

Con riferimento alle risorse provenienti dai PON e POI si è concordato che il 45% sia destinato ad incrementare le risorse del FUA e per il 55% ai Dipartimenti che svolgono le attività di segreteria tecnica e ausilio e supporto dei PON/POI (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica e Dipartimento per l’Energia).

Tale risultato premia l’impegno profuso dalla nostra sigla nei tavoli di trattativa che aveva indicato nelle percentuali sopra indicate l’obiettivo effettivamente raggiungibile e aveva più volte ribadito, per velocizzare il più possibile l’erogazione dei soldi ai lavoratori, la disponibilità a sottoscrivere da subito l’accordo relativo al FUA 2011, firmato dopo quasi due settimane anche dalle altre sigle.

Con riferimento alla sottoscrizione dell’accordo definitivo per il FUA 2012, l’Amministrazione ha comunicato di avere ricevuto alcune osservazioni da parte del Dipartimento della Funzione Pubblica e di stare approfondendole nel dettaglio. I rilievi, da informazioni ricevute, sarebbero relativi ad indennità contenute nell’accordo.

La CISL ha ribadito, nuovamente, la necessità di addivenire quanto prima alla sottoscrizione dell’accordo definitivo chiedendo all’Amministrazione di valutare, per non rallentare ulteriormente l’iter di certificazione, di apportare all’accordo le modifiche richieste dalla Funzione Pubblica procedendo in tal modo alla sua sottoscrizione in tempi rapidi.





Condividi