Somma aggiuntiva pensioni (c.d. quattordicesima) Msg.Inps 2549/217

Cari amici,

facendo seguito alla nostra circolare n. 180/2017 con cui davamo le prime indicazioni per l’attribuzione, a partire dal 2017, della somma aggiuntiva prevista dalla legge 127/2007 (cosiddetta “quattordicesima” pensioni) come ampliata dall’art. 1 comma 187 della legge 232/2016 a seguito dell’accordo pensioni del 28 settembre scorso, vi trasmettiamo il nuovo messaggio dell’INPS n. 2549/2017 che riepiloga le caratteristiche della prestazione e fornisce alcuni esempi.

Ricordiamo che la somma aggiuntiva è stata aumentata del 30% per gli aventi diritto con reddito complessivo individuale entro 1,5 volte il trattamento minimo (nel 2017 il tetto è quindi pari a 9.786,86 €). Mentre è stata attribuita per la prima volta, con il tradizionale importo, ai pensionati con reddito complessivo individuale da 1,5 a 2 volte il trattamento minimo (vale a dire entro 13.049,14 €).
La prestazione, fermo restando i limiti reddituali sopra indicati, spetta ai pensionati che abbiamo compiuto 64 anni ed è modulata in base ai contributi versati. A tale proposito viene considerata tutta la contribuzione accreditata in favore del titolare della pensione.
Per le pensioni in totalizzazione e cumulo si considera la sola contribuzione degli enti
pubblici (INPS-ENPALS-INPDAP-IPOST-INPGI), mentre viene esclusa quella relativa agli enti privatizzati. Se il beneficio deve essere corrisposto sulla pensione ai superstiti, l’anzianità contributiva del dante causa è rapportata alla percentuale spettante.

Il pagamento della somma aggiuntiva avverrà d’ufficio con la rata pensionistica del mese di luglio per chi compie 64 anni entro giugno 2017 e con la rata di dicembre 2017 per chi compie tale requisito anagrafico nel secondo semestre dell’anno.

Coloro che non dovessero ricevere la quattordicesima e ritengano di averne diritto potranno presentare specifica domanda.

Vi invitiamo ad indirizzare gli interessati al Patronato INAS-CISL per l’eventuale assistenza.

Fraterni saluti.

Il Segretario Confederale
Maurizio Petriccioli

In allegato:
Lettera Segretario Confederale, Maurizio Petriccioli
Messaggio Inps 2549/217



Condividi