Documento Cgil Cisl Uil per la riforma del Cnel

Carissimi,
a seguito dell’ esito del referendum costituzionale del 4 dicembre u.s., l’ articolo 99 della Costituzione che istituisce il Cnel è rimasto in vigore.
Come ricorderete, la Cisl ha censurato quella parte della riforma costituzionale che prevedeva la soppressione dell’ organismo, nella ferma convinzione dell’ importanza di un luogo istituzionale di rappresentanza degli interessi economici e sociali, fondamentale per il riconoscimento del ruolo delle parti sociali, dell’importanza della partecipazione delle stesse alle scelte di politica economica e sociale, della funzione imprescindibile della coesione sociale per l’intero sistema Paese.
Ciò anche in considerazione delle esperienze degli altri Paesi della UE e della presenza, in sede europea, del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo).
Siamo al contempo convinti della necessità di una profonda riforma del Cnel stesso, sia per quanto concerne le sue funzioni, sia per quanto riguarda le sue modalità di funzionamento, al fine di assicurargli maggiore operatività e migliore funzionalità.
Questa posizione è ampiamente condivisa con Cgil e Uil, abbiamo quindi predisposto un documento unitario per la riforma del Cnel che i Segretari Generali Furlan, Camusso e Barbagallo hanno inviato al Presidente del Consiglio Gentiloni.
Per vostra opportuna conoscenza, vi inviamo in allegato il documento unitario sulla riforma del Cnel e restiamo impegnati a tenervi aggiornati sul prosieguo della iniziativa.

Fraterni saluti.

Il Segretario Confederale
Maurizio Petriccioli.

In allegato:
lettera inviata alle strutture Cisl Fp
documento unitario



Condividi