D’amore non si muore.Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne

sono 99 le donne vittime ad oggi, di fidanzati, amanti, mariti, partner, talvolta allontanati proprio per i loro continui comportamenti violenti. È questo legame di vicinanza troppo spesso a determinare l’inafferrabilità del fenomeno della violenza contro le donne e contro quante s’identificano nel genere femminile, quel sentimento d’intimità e di fiducia che spinge la vittima a dare al proprio persecutore un’ultima occasione, senza riconoscere che potrebbe rivelarsi fatale. Anche quest’anno, in continuità con l’impegno profuso quotidianamente, CGIL – CISL - UIL hanno scelto di lanciare un messaggio chiaro e inequivocabile contro la violenza sulle donne, ribadendo che “D’amore non si muore”: l’amore non deve ferire e non può uccidere.
Nelle principali città della regione, in spazi pubblici e aperti a tutti, saranno piantati 99 ciclamini rossi, uno per ciascuna delle vittime occorse quest’anno, per restituire loro, seppure soltanto simbolicamente, la vita e per ricordare a tutte le donne il loro diritto a salvarsi, a denunciare, a essere protette e accudite, da una rete pronta ad assisterle, accompagnarle, aiutarle a liberarsi da una situazione di disagio e di violenza.

A Napoli, Mercoledì 22 novembre, alle ore 10,30, presso l’aiuola del Centro Direzionale di NAPOLI, sotto alla statua dell’Uomo Vitruviano (Largo Kagoshima), saranno piantati 99 ciclamini rossi.
Nell’aiuola CGIL-CISL- UIL posizioneranno una targa “In nome di tutte le donne molestate, offese, abusate, ferite, violate, uccise. Per non dimenticare”.

Gliappuntamenti programmati in Campania:
21 novembre: ore 16.00, Villa Comunale, corso Europa - Avellino 22 novembre: ore 10.30, Centro Direzionale, Largo Kagoshima - Napoli 23 novembre: ore 10.30, Parco Pinocchio, piazza Montpellier - Salerno 24 novembre: ore 16.00, Villa Comunale, piazza Castello - Benevento 26 novembre: ore 10.00, Villa Giaquinto, via Galilei - Caserta.

In allegato:
La lettera USR Cisl Campania
La lettera UST Cisl Napoli
Il manifesto



Condividi