Agenzia delle Entrate di Napoli.Degrado e insalubrità negli uffici

Cisl Fp Napoli: Ci rivolgeremo all’ASL e all’Ispettorato del Lavoro.
Napoli, 21 gennaio 2016. “Ormai è da anni che la Cisl Fp lamenta condizioni di lavoro nelle Agenzie delle Entrate di Napoli al limite della sopportabilità, con particolare riferimento agli uffici territoriali di Pozzuoli, Casoria, Nola e Castellammare di Stabia” Dichiara Antonio Scarpati, Coordinatore provinciale Cisl Fp Area metropolitana di Napoli.
“A più riprese si è intervenuti per richiedere condizioni di lavoro più umane e dove se, da una parte ci è stato risposto che si sarebbe provveduto a risolvere i problemi degli uffici e, dunque, dei lavoratori, dall’altra invece nessuna soluzione è stata posta in essere e comunque gli interventi messi in campo nel corso del tempo sono stati non risolutivi di una situazione insostenibile.” prosegue il sindacalista.
“Adesso con l’arrivo delle basse temperature invernali i dipendenti sono costretti a lavorare come se fossero in una cella frigorifero, d’altro canto invece in estate gli uffici sono roventi come dei forni.
Riteniamo ormai che siano improcrastinabili i lavori strutturali anche di ripristino degli impianti di climatizzazione, è giusto che i responsabili diano conto del loro operato e che ogni ragionevole tempo sia trascorso.
Non è più accettabile che i lavoratori siano costretti a svolgere la propria attività lavorativa in condizioni simili, mettendo a repentaglio la propria salute come pure quella degli utenti che frequentano quegli uffici”
Per questi motivi, in assenza di interventi tempestivi e risolutivi e di una pianificazione certa di investimento sugli impianti, sull’igiene e sulla sicurezza delle sedi, ci rivolgeremo al Dipartimento di Prevenzione e Sicurezza dell’Asl competente e all’Ispettorato del Lavoro, a garanzia sia dei lavoratori e sia degli utenti che frequentano quegli uffici.” Conclude Scarpati.

In allegato il comunicato stampa e l'articolo apparso su Roma



Condividi