Agenzia del Demanio.Esito incontro del 2 aprile 2015

In data 2 aprile l’Amministrazione ha incontrato le OO.SS.
Avendo tutte le DR raggiunto gli obiettivi (valutazione pari o superiore al 102% per tutte le DR), è stato firmato l’accordo sulla consuntivazione del Premio di risultato 2014 per i dipendenti dell’Agenzia del Demanio. L’Amministrazione si è detta pronta ad erogare il premio non appena riceverà il benestante dal MEF che attesti il raggiungimento degli obiettivi.
Nel prossimo incontro, già fissato per il 14 aprile, le parti hanno convenuto di discutere i criteri per l’erogazione del Premio di risultato 2015. In quell’occasione l’Amministrazione darà conferma sui tempi di erogazione del premio 2014.
L’Amministrazione ha, inoltre, manifestato la disponibilità a discutere nuovamente la richiesta sindacale di distribuire le somme rinvenienti dalla mancata assegnazione, a causa delle assenze da servizio, delle risorse per le annualità precedenti del Premio di risultato.

Nel corso dell’incontro i sindacati hanno ribadito l’urgenza di definire le questioni in merito alle risorse connesse alla quota premio incentivante 2013 (c.d. ex comma 165), nonché all’applicazione della legge di stabilità 2015 per quanto attiene al superamento del limite retributivo del 2010 (con il conseguente sblocco degli scatti di anzianità, delle retribuzioni per i passaggi di livello già riconosciuti e degli incrementi salariali riconosciuti a decorrere dal 1 gennaio 2012).
Per quanto riguarda le risorse ex comma 165 si è ancora in attesa della conclusione degli approfondimenti da parte del Collegio dei Revisori che si riunirà il 9 aprile pv.
Sullo sblocco retributivo l’Amministrazione ha dichiarato di aver ricevuto parere positivo dal MEF e di essere in attesa dell’approvazione del bilancio previsionale 2015 da parte del Comitato di gestione, che si riunirà il 16 aprile pv, e della sua successiva approvazione da parte del MEF.
L’Amministrazione ha inoltre precisato di aver posto un quesito al MEF sul periodo di decorrenza dello sblocco degli scatti di anzianità ovvero, stabilito che non saranno pagati gli arretrati, è necessario sapere se sarà riconosciuta almeno l’anzianità di servizio acquisita negli anni del blocco salariale.
Su questi temi l’Amministrazione si è dichiarata fiduciosa ad una rapida soluzione positiva, impegnandosi a informare tempestivamente le organizzazioni sindacali.

Le organizzazioni sindacali hanno, infine, manifestato l’intenzione di avviare prima possibile la discussione del rinnovo contrattuale, scaduto il 31 dicembre 2012.

In allegato la nota



Condividi