Sottoscritta ipotesi accordo del CCNL Comparto Agenzie Fiscali B.E. 2008-2009

La costante azione della CISL che ha agevolato l’apertura del confronto e l’accordo con il Governo del 30 0ttobre u.s. in materia di rinnovi contrattuali e di modernizzazione della macchina pubblica, ci consente oggi di proseguire nel percorso intrapreso per la tutela dei lavoratori con la sottoscrizione del C.C.N.L. Comparto Agenzie Fiscali, che segue di pochi giorni quella relativa al CCNL Comparto Ministeri.

Infatti l’intesa del CCNL Agenzie Fiscali rappresenta un’ulteriore tappa del percorso che abbiamo intrapreso con il Governo per chiudere velocemente i rinnovi contrattuali, dimezzando quindi i tempi di attesa rispetto a quanto accaduto nel passato, consentendo di erogare i miglioramenti economici concordati a sostegno del reddito dei lavoratori e delle famiglie in questo particolare momento che vede non solo il nostro Paese, ma l’intera economia mondiale, subire gli effetti negativi della recessione economica.

L’accordo definito con l’ A.R.A.N. consente di chiudere, nei tempi rapidi previsti dal Protocollo d’intesa, la partita relativa al rinnovo contrattuale delle Agenzie Fiscali e di cui vi riassumiamo i principali contenuti:
- incremento economico medio di 82 euro mensili a decorrere dal 1 gennaio 2009, di cui 77 euro ad incremento del tabellare e 5 euro ad incremento dell’Indennità di Amministrazione, oltre a 119 euro quale Indennità di Vacanza Contrattuale per l’anno 2008;
- il recupero ai rispettivi FUA delle risorse tagliate dalla legge 133/2008 (10% delle somme calcolate sugli stanziamenti dell’anno 2004 );
- il recupero delle risorse dell’art. 3, comma 165, della legge n° 350/2003 disapplicate dalla legge 133/2008, fondamentali per garantire la lotta all’elusione ed all’evasione fiscale;
- l’utilizzo dei risparmi aggiuntivi realizzati per effetto dei processi amministrativi di razionalizzazione e di riduzione dei costi di funzionamento delle Agenzie “per una nuova contrattazione integrativa”;
- la conferma dei criteri già previsti dal CCNL 2006-2009 in materia di incentivazione della produttività, con particolare riguardo ai livelli di qualità e di erogazione dei servizi ai cittadini.



Condividi