Esito incontro

Di seguito alla richiesta unitaria inviata in data 14 gennaio u.s., il giornom 3 febbario u.s. si è tenuto il preannunciato incontro con l’Agenzia delle Dogane e Monopoli, nel corso del quale sono stati affrontati tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno.

In avvio di seduta è stata sottoscritta una intesa contenente alcune precisazioni formali relative ai criteri già inseriti nell’accordo relativo alla “Mobilità volontaria nazionale”, sottoscritto in data 16 dicembre 2013.

L’Agenzia ha poi illustrato le linee di attuazione del “Piano triennale di prevenzione della corruzione”, piano adottato in applicazione della legge 190/2012 che, come noto, preordina azioni di contrasto alla corruzione non più esclusivamente di tipo repressivo ma di carattere organizzativo e regolamentare, introducendo un sistema di valutazione delle responsabilità sicuramente innovativo.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha predisposto il Piano introducendo specifiche risoluzioni relative alla graduazione dei fattori di rischio e al sistema di rotazione del personale che, in considerazione del confronto con il sindacato previsto dalla norma, andranno valutate con attenzione.

Anche per tale finalità alleghiamo il testo completo del Piano e del collegato “Programma triennale di trasparenza ed integrità” che pure ci è stato consegnato nel corso dell’incontro sui cui contenuti saranno gradite le vostre valutazioni.

Inoltre l’Agenzia ha dato notizia che all'interno del D.L. 28 gennaio 2014, n. 4, e segnatamente nell’art. 1, comma 3, lettera b), è prevista la possibilità di passaggio di personale dalla sezione Monopoli alla sezione Dogane e di personale dell'ex ASSI alla sezione Monopoli, utilizzando allo scopo le risorse previste della legge 244/2007.

La norma, all’art. 1, stabilisce inoltre che “l'Agenzia delle dogane e dei monopoli definisce i criteri per il passaggio da una sezione all'altra, in ragione del progressivo completamento dei processi di riorganizzazione” connessi, come noto, alla incorporazione stabilita dalla legge 135/2012.

Sul punto abbiamo preso atto della importante iniziativa legislativa pur ritenendo che il testo non ci consenta, all’attualità, di “misurarne” tutti i possibili effetti concreti che dovranno, dunque, formare oggetto di successivi momenti di confronto.


Riguardo all’ulteriore argomento all’ordine del giorno “Sistema di valutazione del personale non dirigenziale”, adottato di recente dall’Agenzia con propria deliberazione, abbiamo riproposto le valutazioni critiche già contenute nella nota unitaria del 15 gennaio 2014, sia per gli aspetti di metodo che di merito.

Sul punto abbiamo registrato, in conclusione di un approfondito dibattito, la disponibilità dell’Agenzia a convocare, in adesione ad una nostra precisa richiesta, un immediato specifico tavolo di confronto.

Abbiamo infine posto la questione del personale risultato idoneo nella procedura concorsuale per il passaggio dalla II alla III Area ai fini dello scorrimento delle graduatorie, nell’ambito dei processi assunzionali dell’Agenzia. Al riguardo, l’Agenzia ha ricordato di essersi già attivata per la risoluzione della questione sul piano normativo, pur senza successo, precisando che la Ragioneria Generale dello Stato aveva espresso valutazioni negative.

Dobbiamo infine aggiungere che anche su questo delicata tematica abbiamo ribadito come sia necessaria l’attivazione di un momento di confronto specifico. L’Agenzia ha accolto la richiesta ed ha opportunamente deciso di inserire questo tema all’ordine del giorno della prossima riunione ai fini di ogni utile approfondimento.

Per ciò che concerne gli sviluppi economici con decorrenza 1° gennaio 2010 (area Dogane) l’Amministrazione ha comunicato che entro breve attiverà le relative procedure.

In allegato
Integrativo mobilità volontaria
Piano triennale di prevenzione della Corruzione
Programma triennale per la trasparenza e l'integrità



Condividi